• Piattaforma per mobili di lusso personalizzati
    Flower power: ritorno all’era hippie

    Flower power: ritorno all’era hippie


    È arrivato il momento di fare un salto nell’era hippie: preparatevi a decorare la vostra casa come una comune hippie, ma una più alla moda e certamente più pulita.

    Dopo anni in cui il rigore minimalista ha avuto assoluto predominio tra le tendenze nel design degli interni, insieme allo stile sobrio degli anni Cinquanta, il mondo dell’interior design potrebbe sentire il bisogno di una ventata di aria fresca e più colorata, e di prendersi meno sul serio. Siamo sempre più alla ricerca di un vero rapporto con la natura, per essere più attenti all'ambiente e perseguire uno stile di vita sostenibile. E chi furono i primi a vivere la vita restando fedeli alla natura? Proprio i figli dei fiori, gli hippy. È un dato di fatto che, tra le ultime tendenze nel settore dell'arredamento, stiamo assistendo a un ritorno agli anni Sessanta e Settanta: il tempo delle grandi rivoluzioni sociali, dei movimenti pacifisti e l'età d'oro degli hippie. Erano decenni di grandi cambiamenti, che si esprimevano anche nello stile di arredamento, con un design di mobili anticonvenzionale, a volte eccessivo e contraddittorio: fatto di colori forti e motivi esotici, materiali naturali e, inutile dirlo, flower power. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come creare la tua casa hippie, con uno stile che ha anche qualcosa del nostro gusto contemporaneo.


    flower-power-roda-eurooo


    Roda è specializzata nella creazione di arredo da esterni

    Flower power!

    Conosciamo bene il famoso motto del movimento hippie e dei suoi devoti figli di fiori: flower power! Cerchiamo di applicarlo anche nelle nostre case hippie moderne. Oggi stiamo assistendo a alla crescente tendenza dell'utilizzo di piante e fiori come veri e propri elementi di interior design. Questo trend è diventato così forte che ha dato vita a un nuovo stile di arredamento: il "Jungalow". Gli arredatori e i designer amano usare le piante in casa sia perché sono benefiche per gli occhi, il corpo e lo spirito, e perché sono in grado di impreziosire gli interni in modo naturale e purificare l'aria con nuovo ossigeno. Inoltre, è noto come prendersi cura delle piante, facendole crescere sane e verdi, sia un'attività terapeutica che ha lo stesso effetto della meditazione sulle nostre menti. E cosa c'è di più hippie di questo?


    flower-power-studio-macura-eurooo


    Studio Macura porterà una brezza di purezza minimal nel vostro interior design


    Sperimentazione formale

    Gli anni settanta sono stati un decennio di grandi sperimentazioni per i designer, che sono stati in grado di esprimere la loro creatività, impazienti di innovare, al passo con i cambiamenti storici che stavano affrontando. Gli interior designer dell'epoca si sono concentrati principalmente sullo studio di sedie innovative e soluzioni formali, molto diverse dalla linearità che caratterizzava il periodo precedente. Mentre gli amanti della città stavano sviluppando uno stile futuristico e di ispirazione industriale, i figli dei fiori miravano a uno stile più naturale, che potesse rispecchiare il loro rapporto simbiotico con la natura. Nascono così nuove forme quasi organiche, che si traducono in sedie morbide e accoglienti, ispirate al design di un'autentica casa hippie.

    flower-power-midj-eurooo

    Una poltroncina comoda e informale di MIDJ


    Colori

    Durante gli anni settanta, abbiamo visto una vera esplosione di colori in casa. Tinte profonde e luminose, con motivi geometrici affascinanti. Il movimento hippie prediligeva colori più naturali, quelli della terra e della natura: marrone, arancione, verde, giallo. Le linee morbide dei mobili esaltano l'intensità dei colori, sottolineando l'aspetto naturale di tutto l'arredamento, per un autentico effetto hippie in casa. Per i colori come per il resto del design degli interni, se desiderate decorare la casa come un figlio dei fiori di oggi, non dimenticate mai di essere il più naturalo e autentico possibile. Seguite il vostro istinto flower power: non potete sbagliare!


    flower-power-beanbag-eurooo


    Non trovade adorabile questa poltroncina di Verzelloni?


    Fantasia di macramè

    Sì, stiamo parlando di quel merletto in maglia che potreste aver visto nelle case di vostra madre. Questo tipo di materiale di origine mediorientale prende il nome di "macramè" dall’arabo "mahramatun", che significa "fazzoletto" o "frange ornamentali". Per molti anni questa particolare trama annodata è stata la tipica finitura degli asciugamani in lino fatti a mano da artigiani italiani nella regione marittima della Liguria, fino a diventare un accessorio di moda popolare negli anni settanta. Il macramè ha fatto un sorprendente ritorno nelle case di oggi: appeso al soffitto per contenere piante in vaso, come decorazione dei divani con morbide coperte, appoggiato su sedie e letti. Il suo fascino vintage è innegabile, e i designer contemporanei si sono lasciati ispirare dal suo fascino shabby-chic.


    flower-power-valentina-hoyos-eurooo


    Rigorosamente realizzati a mano: i macramè di Valentina Hoyos


    Materiali naturali

    Lo stile degli anni settanta era caratterizzato da un forte ritorno alla natura, come abbiamo accennato in precedenza nell'articolo. Questa è la prima cosa che viene in mente quando pensiamo al movimento hippie, ma anche negli ultimi anni molti architetti e designer hanno sviluppato un nuovo modo di essere consapevoli e rispettosi dell'ambiente nel loro lavoro, arrivando a capire quanto sia importante la conservazione del il pianeta, proprio come i figli dei fiori. Alcuni marchi hanno voluto che l'ecologia non fosse solo un obiettivo, ma anche una fonte di ispirazione per le loro creazioni. Legno, vimini e altri elementi naturali stanno diventando i protagonisti della moderna casa hippie, portando stile e autenticità nell’arredamento di interni.


    flower-power-rattan-eurooo


    Mobili in rattan di Manutti è tutto ciò di cui avete bisogno per un home design in stile hippie-chic