• Piattaforma per mobili di lusso personalizzati
    Wabi-sabi: lasciate che il Giappone influenzi la vostra casa

    Wabi-sabi: lasciate che il Giappone influenzi la vostra casa


    Lo stile wabi-sabi, arrivato dal Giappone, sta ormai invadendo anche le nostre case. Ma come possiamo impiegarlo per migliorare il nostro interior design? Scopriamolo!

    Prima di tutto: cos’è il wabi-sabi? Si tratta di un’espressione giapponese che può essere tradotta, seppur rozzamente, come “bellezza malinconica”. Potremmo riassumerne il significato con il mantra “nulla è duraturo, nulla è finito, nulla è perfetto”. Per questa ragione, potremmo applicare questa la descrizione “wabi-sabi” a qualsiasi cosa sia in grado di farci avvertire una sorta di melanconia calma e pacifica: quella sensazione di malinconia serena che deriva dall’osservazione che nulla è destinato a durare. Ma in breve, come applicare questo concetto al nostro interior design? Fondamentalmente, significa dar vita a una casa che sia perfetta pur con tutte le sue imperfezioni, proprio perché nulla sarà mai perfetto comunque. Vi suona complicato, e magari anche contraddittorio? Possibilissimo! Ma il wabi-sabi ci insegna ad accettare la vita così com’è, con contraddizioni, intoppi e difetti. Per cui, diamo un’occhiata ad alcune idee per arredare una casa calma e pacifica, perfetta nella sua imperfezione, come insegna il concetto di wabi-sabi.


    wabi-sabi-living-room-eurooo


    Potete trovare altri design firmati Menu qui!


    Celebrate la semplicità


    Se avete già adottato un approccio minimal alla vita e all’interior design, siete già a metà strada per far acquisire alla vostra casa quell’aria wabi-sabi. Tuttavia, si deve stare attenti a non confondere minimalismo e wabi-sabi. La differenza principale è che il minimalismo ha un approccio più rigido nei confronti del decluttering. Il minimalismo invita a essere minimal per il gusto di essere minimal: si fa decluttering perché si deve, e basta. Al contrario, lo scopo del wabi-sabi è di invitare un senso di pace e tranquillità a casa nostra, e ciò avviene si tramite un processo di decluttering, ma ragionato.


    wabi-sabi-kitchen-eurooo


    Ecco una cucina essenziale ma accogliente di Valdesign. Potete trovarne altre qui!


    Semplicità significa anche che non dobbiamo a tutti i costi ricercare un home décor raffinatissimo. Naturalmente, questo non significa che non dobbiate cercare di far sì che la vostra sia un’abitazione elegante! Però, è necessario meditare su quale sia un modo efficace per trasformare così la nostra casa: la semplicità è la chiave. Per esempio, un parquet dai toni caldi, soprattutto se combinato con dei mobili contemporanei, sarà sempre in grado di apparire semplice ma, allo stesso tempo, di classe, e senza alcuno sforzo.


    wabi-sabi-timber-floor-eurooo


    Date un'occhiata qui ad altre creazioni Original Parquet!


    Cosa vi rende felici?


    Un’altra differenza tra l’approccio minimalismo all’interior design e quello wabi-sabi è che la persona davvero minimalista si libererà senza esitazione del proprio vaso/cuscino/tavolino preferito, dovesse avere la sensazione che questo elemento stonasse o fosse di troppo. Un conoscitore del wabi-sabi, invece, ha un approccio molto più filosofico e rilassato. Questi, infatti, è consapevole del fatto che nulla dura e nulla è perfetto, per cui, perché dovrebbe privarsi di qualcosa che lo rende felice, al momento? Il cerchio della vita non si può fermare ed è in costante mutamento, quindi perdere tempo ed energie a liberarsi di ricordi amati è senza alcuna utilità fondamentale. Le case minimal spesso sono caratterizzate da un’atmosfera in verità abbastanza impersonale, mentre un’abitazione wabi-sabi, pur essendo libera da cianfrusaglie, è allo stesso tempo ricca di ricordi preziosi. La regola è: se qualcosa al momento è in grado di rendervi felici, tenetela.


    wabi-sabi-shelves-eurooo


    Qui troverete tutti i design colorati e vivaci di Konstantin Slawinski


    Tuttavia, questo non significa che non possiate cercare di riconciliare entrambe le filosofie nella vostra casa! Il salotto che vediamo nella fotografia qui sotto è un ottimo esempio di come la stessa stanza possa seguire sia uno stile minimal che quello wabi-sabi. Lo schema di colori, nonché la disposizione regolare e ordinata dei vari mobili sono chiari indicatori del fatto che i padroni di casa amano lo stile minimal. Però, allo stesso tempo, l’abbondanza di cusciti e i soprammobili puramente decorativi sul davanzale della finestra mostrano anche come questa persona dia valore al comfort e a un’atmosfera accogliente, rispetto a una casa completamente decluttered.


    wabi-sabi-living-room-2-eurooo


    Date un'occhiata a tutti gli altri design di Anne Linde!


    Non abbinate perfettamente i colori


    Non siate giudici troppo severi della vostra casa! Ovviamente, non vi stiamo incoraggiando a gettare tutto in un unico rimescolio di colori senza criterio; per esempio, se osservate questa stanza, noterete che la cornice vellutata del letto è abbinata alla poltrona, così come i cuscini riprendono le decorazioni sulla parete e il tappeto. Tuttavia, noterete anche la presenza di colori non abbinati a nulla, come quelle luci pendenti di un fucsia brillante. Non si abbinano alla stanza, ma d’altro canto, godere di più libertà nell’aggiungere colore alla stanza non farà altro che donare ancora più personalità all’ambiente! Ricordate che un interior design coordinato al 100% farà sì che la vostra casa sembri parte di un catalogo. In più, perché sforzarsi di essere perfetti a tutti i costi? Il wabi-sabi è la celebrazione dell’imperfezione!


    wabi-sabi-bedroom-eurooo


    Vi piacerebbe vedere altri design di TreCi Salotti? Cliccate qui!


    Artigianalità


    La conseguenza dell’abbracciare le imperfezioni, è che si inizia a dare più valori a tutti quei pezzi di home décor dall’aria artigianale e rustica. Se vi sentite creativi, potreste iniziare a fabbricare da soli il vostro home décor! Se invece non vi sentite così, potete sempre assicurarvi di non perdervi i mercatini dell’usato o dell’artigianato: qualsiasi oggetto provenga da lì apparirà sufficientemente artigianale. In alternativa, potete ripiegare su mobili realizzati a mano da sapienti artigiani. L’ideale è un mobile dalle linee essenziali, che combini diversi materiali. Questo sistema di scaffali, per esempio, sembra essere stato realizzato per hobby da un dilettante con delle qualità da professionista.


    wabi-sabi-shelving-system-eurooo


    Qui potete trovare altri scaffali firmati string!


    Un’aria artigianale può caratterizzare anche mobili dall’aspetto più raffinato. Per esempio, è il caso di questa vasca da bagno: potrà non essere una combinazione di materiali e stili diversi, come quel sistema di scaffali, ma ha comunque l’aria di un pezzo realizzato da un esperto artigiano, in seguito a infinite ore di rifinitura. La sensazione che si tratti di un oggetto di artigianato è ulteriormente rinforzata dal rubinetto, che è collocato indipendentemente, al di fuori della vasca, dando così l’impressione che si tratti di una versione rivisitata di un’antica vasca di legno campagnola.


    wabi-sabi-bathtub-eurooo


    Scoprite altre creazioni Makro!


    L’esterno all’interno


    Piante e fiori, e in generale i materiali naturali sono un must per una casa wabi-sabi. Perché? Prima di tutto, costituiscono un memento costante dell’impermanente permanenza  del cerchio della vita. In secondo luogo, piante e fiori sono spesso imperfetti: i colori e le trame non sono mai perfettamente uniformi e regolari, le foglie si ingialliscono, i petali cadono, e tutte queste caratteristiche sono una celebrazione naturale della bellezza delle imperfezioni. Un ottimo modo per introdurre il mondo vegetale nella vostra abitazione, sono le piante grasse! Per quanto le imperfezioni si apprezzino, è anche bello possedere delle piante di cui non ci si deve prendere cura costantemente. Delle piantine grasse arricchiranno di freschezza l’atmosfera della casa!


    wabi-sabi-plant-eurooo


    Qui troverete questa e altre creazioni Galula


    Non vediamo ragione perché non dovreste tenere delle piante nella vostra casa. Comunque, se siete troppo pigri per prendervene cura come si deve, o se semplicemente volete solo rafforzare ancora di più il colore verde e quell’atmosfera di mondo naturale, perché non decorare le vostre pareti con del foliage artificiale? Vorreste un consiglio? Be’, noi pensiamo che otterreste un effetto ancora più stupefacente se decoraste così una parete che ricopra due piani. Date un’occhiata a questa foto: la carta da parati è stata applicata alla parete di una grande stanza soppalcata, dando così vita a una giungla che stia lentamente invadendo la casa. Dopotutto, tenete a mente che, secondo il concetto di wabi-sabi, la vita è un cerchio, per cui nulla è più inevitabile del momento in cui la natura finalmente si riprenderà ciò che è suo.


    wabi-sabi-wallpaper-eurooo


    Vi piace questa carta da parati immersiva di JWALL? Cliccate qui!